Manus
Home Ricerca Indici Progetti speciali Biblioteche News Norme catalografiche

home > Roma, Biblioteca di Archeologia e Storia dell'Arte, Fondo Lanciani, Mss.Lanciani 24

Roma, Biblioteca di Archeologia e Storia dell'Arte, Fondo Lanciani, Mss.Lanciani 24


Scheda manoscritto

Vedi la descrizione del Fondo

CNMD\0000087020

Manoscritto cartaceo, guardie cartacee; Album di fogli da disegno; 1792 data stimata (dalla dott.ssa E. Ortona Gentile (cfr. bibl.)); cc. I + 100 + I; I fogli sono numerati a penna, tranne la c. I, numerata successivamente. Le carte da 94 a 100 sono bianche.

Dimensioni: mm 257 x 195, mm 251 x 190 (cc. 1-100).

Mancanze:
foglio 29 asportato con un taglio da temperino.

Sigilli e Timbri:
Timbro tondo, inchiostro nero, lettere “A I” intrecciate al centro: marchio INASA (dalla sua istituzione nel 1919).
Tabella ansata, inchiostro nero, nelle cui anse laterali sono inserite le lettere "R L": iniziali di Rodolfo Lanciani.
Timbro tondo con al centro la scritta BIBLIOTECA e nel cerchio esterno la scritta "R. ISTITUTO D'ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE. ROMA", non più in uso da tempo (mm. 22).

Altri elementi
Disegni a cc. 1-100.
Disegni a matita e penna.

Legatura:
Assi in cartone.

Coperta in pergamena.

Sul dorso il titolo "Liber studiorum" è stampato in oro su fondo rosso, mentre l'attribuzione a "Gianni" scritto a penna, sempre sul dorso, è di mano di Lanciani.

Storia del manoscritto:
Acquistato dagli eredi di R. Lanciani dall'Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell'Arte - INASA.
Sul primo foglio sono quattro scritte a matita, tutte di grafie diverse, non pertinenti ai disegni del ms: "Clementino Gainhor, Antichità di Palmira antichità di Balbeche" e "Tableaux de la Suisse ou Voyage Pittoresque fait dans le XIII Cantons et etats alliés du corps Helvetique". Sotto compare la scritta non autografa "Felice Gianni" seguita dall'indicazione bibliografica "[F.] Gasperoni, [Cenni biografici del pittore da decorazione Felice Giani] Arti e Lettere fascicolo 1° - 30 giugno 1860 pag. 10" e da altra scritta "Boschetto Architetto Pisano".
Il codice è stato pubblicato da E. Ortona Gentile che si occupa approfonditamente solo dei disegni "pompeiani" del taccuino, datandolo al 1792 e per i progetti di decorazioni di soffitti, S. Rudolph (cfr. bibl.).
Nella monografia del 1999 per la Ottani Cavina "vanno espunti dal catalogo di Giani i Mss.Lanciani 94, parte del 95 e 96, trafugati nel 1989, e soprattutto il Mss.Lanciani 24, che ha goduto di un inspiegabile fortuna, nonostante il livello corrivo e discontinuo dei disegni, troppe volte ripassati a penna, tanto da essere oggetto di un contributo specialistico di Erminia Gentile Ortona (1984)".

Nomi collegati alla storia:
*Istituto *Nazionale di *Archeologia e *Storia dell'Arte, possessore
    Nomi sul manoscritto
    INASA

Lanciani, Rodolfo <1845-1929>, provenienza

Data di entrata in biblioteca:
1929

Descrizione interna


cc. 1-100


Autore:
Giani, Felice <pittore ; 1758-1823>
    Nomi sul manoscritto
    Gianni

Titolo elaborato: Studi e schizzi a matita e penna da pitture, rilievi e oggetti antichi. Con appunti relativi ai colori, e vari

Titolo presente: Liber studiorum (dorso)

Nomi presenti nel titolo:
*Pompei
*Museo *archeologico *nazionale di *Napoli
Piranesi, Giambattista <1720-1778>

Osservazioni:
Per quanto riguarda i soggetti dei disegni, le cc. 1-12 sono un repertorio di motivi decorativi neoclassici (armature, grottesche, candelabri, ecc.) affini a quelli usati dal Giani nelle decorazioni dei palazzi Altieri e Chigi a Roma. Le cc. 13-25 sono abbozzi di decorazioni di soffitti con indicazioni dei colori da usare. Le cc. 26-32 sono disegni di grottesche. Le cc. 33-53 rappresentano antichità riprese da incisioni per lo più del Piranesi. Le cc. 54-71 contengono una serie di disegni baroccheggianti con personificazioni di Muse, Stagioni, ecc., ispirate all'antico (in part. la c. 57 sembra derivare dalle incisioni del Volpato per le Logge Vaticane).
Di notevole rilievo sono infine i disegni alle cc. 71v-93, copie di pitture parietali pompeiane riprese probabilmente dal vivo nel Museo di Portici in occasione di un viaggio a Pompei nel 1792, pitture ora conservate al Museo Nazionale di Napoli: ad es. c. 73 (pittura parietale dagli scavi di Resina, Mus. Naz. Napoli n. inv. 9741), c. 75 (decorazione parietale con Fauno e Baccante da Pompei, Mus. Naz. Napoli n. inv. 8645), cc. 78v, 79, 89, 90 (pitture parietali con nature morte, Satiro e Ninfa, Paesaggio, Centauri e Cantauresse dalla c.d. Villa di Cicerone a Civita (Pompei), Mus. Naz. Napoli nn. inv. 8598, 9133).


Bibliografia non a stampa
Biblioteca di Archeologia e Storia dell'Arte- Roma (=BIASA), Catalogo Staderini II, sub voce Giani, Felice

Bibliografia a stampa
Faldi, Italo, Opere romane di Felice Giani, Bollettino d’arte, S. 4., 37 (1952), 234-246, 246 n. 36
Rudolph, Stella, Felice Giani: da Accademico "de’ Pensieri" a Madonnero, Storia dell’arte, 29/31 (1977), 175-186, 183 n. 38
Gentile Ortona, Erminia, Giani e la pittura pompeiana. Un album di disegni dell'Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell'arte, Bollettino d’arte, S. 6., 69 (1984), 24, 79-100
Schede dei Manoscritti Lanciani a cura di Maria Pia Muzzioli e Paolo Pellegrino, [1° mss 1-50], Rivista dell’Istituto d’Archeologia e Storia dell’Arte, s. 3., 14-15 (1991-1992), 412
Ottani Cavina, Anna, Felice Giani (1758-1823) e la cultura di fine secolo; con la collaborazione di Attilia Scarlini, Milano, 1999, 908

Riproduzioni
BIASA, microfilm Mss.Lanciani 24
Copia digitale


Progetto: Manoscritti della Biblioteca di Archeologia e Storia dell'Arte
Autore della scheda: Francesca Zannoni
Ultima modifica: Laura Plazzi
Tipologia: recupero da catalogo
(manoscritto censito da Francesca Zannoni scheda di Laura Plazzi)
Data creazione: 08/10/2008 Data modifica: 12/05/2020
Numero di inventario: 16393
CNMS: CNMS\\0000051315

Scarica in formato XML