Manus
Home Ricerca Indici Progetti speciali Biblioteche News Norme catalografiche

home > Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo, Manoscritti, 212

Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo, Manoscritti, 212


Scheda manoscritto

Vedi la descrizione del Fondo

CNMD\0000048988

Composito di 2 elementi.
Le unità codicologiche sono descritte separatamente.

Manoscritto cartaceo, guardie cartacee; fascicoli legati; cc. I + 144 + I; ff. di guardia cartacei moderni (sec. XIX), solidali con le controguardie. Numerazione recente sul margine destro inferiore, 2- 145 in quanto estesa al f. I numerato 1.

Dimensioni: mm 212 x 144 (c. non precisata).

Legatura:
1801-1900.

Necessità di un intervento di restauro, La legatura è in procinto di staccarsi dalla compagine del ms. in corrispondenza del dorso.

Storia del manoscritto:
Ai ff. 2r-3v, 24v-26v e 144v-145v una mano tardo-quattrocentesca, quasi certamente la stessa che ha esemplato la II unità codicologica del ms. sottoscrivendosi a f. 144v, ha aggiunto una serie di annotazioni, appunti, prove di penna e detti morali tratti dal repertorio classico e patristico. Per tale ragione si può ipotizzare che l'assemblaggio delle due unità di cui è composto il codice sia stato quasi immediato (seconda metà sec. XV) ed effettuato ad opera del copista della II unità. Quest'ultima presenta inoltre una preparazione più accurata ed omogenea, mentre la I mostra i segni di una confezione e trascrizione più affrettata e trascurata.
Al f. 26v nota di possesso parzialmente inchiostrata (sec. XV ex.): "Questo Tulio è di Francesco di [...] di Bibiena [...] in Poppi non altro per ora Christo di male riguardi".
Sulla controguardia anteriore, segnatura moderna della Fraternita dei Laici di Arezzo (sec. XIX): "VI.4".
Al f. 2r, timbro della Fraternita dei Laici di Arezzo (sec. XIX).
Sul dorso (sec. XIX): "M. T. Cic. de Officiis MS.".
Al f. 1r, una annotazione, probabilmente di mano del bibliotecario Gian Francesco Gamurrini (sec. XIX), mette in rilievo la sottoscrizione che si trova a f. 144v.

Nomi collegati alla storia:
*Fraternita dei *Laici <Arezzo>, possessore

Chirami, Iacopo <2. metà sec. 15.>, possessore

Francesco : da#Bibbiena <sec. 15.>, possessore
    Nomi sul manoscritto
    Francesco di Bibiena in Poppi (f. 26v, sec. XV ex.)

Gamurrini, Gian Francesco <1835-1923>, altra relazione di D.E.

Antiche segnature:
VI.4 (Fraternita dei Laici; controguardia anteriore; sec. XIX).


Bibliografia a stampa
Gian Francesco Gamurrini, Arezzo. Biblioteca della Fraternita di Santa Maria della Misericordia, in Inventari dei manoscritti delle Biblioteche d'Italia, VI, cur. Giuseppe Mazzatinti, Forlì, Bordandini, 1896, p. 216;
B. DU BOUVERET, Colophons des manuscrits occidentaux des origines au XVIe siècle. III. Colophons signés I-J (7392-12130), Fribourg, Éditions Universitaires, 1973, p. 32 nr. 7671;
Enrico Menestò, Codici datati e tradizione culturale: una prima ricognizione della Biblioteca della città di Arezzo, in Università e tutela dei beni culturali: il contributo degli studi medievali e umanistici. Atti del convegno promosso dalla facoltà di Magistero in Arezzo. Arezzo-Siena, 21-23 maggio 1977, a cura di I Deug-Su e Enrico Menestò; con una premessa di Claudio Leonardi, Firenze, "La Nuova Italia" editrice, 1981 (Quaderni del "Centro per il collegamento degli studi medievali e umanistici nell'Universit”¦ di Perugia", 7), p. 332;
Regione Toscana - Giunta Regionale - SISMEL, I manoscritti medievali della Biblioteca Città di Arezzo, cur. Giovanna Lazzi - Lapo Melani - Gabriella Pomaro - Paola Semoli - Patrizia Stoppacci, Firenze, Regione Toscana - SISMEL.Edizioni del Galluzzo, 2003 (Biblioteche a Archivi, 13 - Manoscritti Medievali della Toscana, 4), p. 35, nr. 13

Riproduzioni
Microfilm presso la Biblioteca

Fonti
Patrologiae cursus completus, seu bibliotheca universalis ... omnium SS. Patrum, doctorum, scriptorumque ecclesiasticorum. Series Latina in qua prodeunt Patres ... Ecclesiae Latinae, I-CCXXI, cur. J.P. Migne, Paris, s.n., 1844-1864;
Gian Francesco Gamurrini, Arezzo. Biblioteca della Fraternita di Santa Maria della Misericordia, in Inventari dei manoscritti delle Biblioteche d'Italia, VI, cur. Giuseppe Mazzatinti, Forlì, Bordandini, 1896;
Dizionario Biografico degli Italiani, Roma, Istituto della Enciclopedia italiana, 1960-;
B. DU BOUVERET, Colophons des manuscrits occidentaux des origines au XVIe siècle. III. Colophons signés I-J (7392-12130), Fribourg, Éditions Universitaires, 1973;
V. VOLPI, Dizionario delle Opere Classiche. Intestazioni uniformi degli autori, elenco delle opere e delle parti componenti, indici degli autori, dei titoli e delle parole chiave della letteratura classica, medievale e bizantina, Milano, Editrice Bibliografica, 1994;
Indice Biografico Italiano, a cura di Tommaso Nappo, München, K.G. Saur, 2002

212/I, unità codicologica 1


Carte 1-25 (scheda a cura di Patrizia Stoppacci).

Fascicoli legati; 1451-1500 data stimata; cc. 25; numer. 2-26.

Dimensioni: mm 212 x 144 (c. non precisata).

Fascicolazione:
1 (14)
2 (11)
Il fasc. 1 è quasi del tutto distaccato dalla compagine del codice; il fasc. 2 è un sesterno mancante dell'undicesimo foglio.

Specchio rigato:
20 [156] 36 x 24 [100] 20.

Righe:
rr. 0/ll. 29 (var.).

Iniziali
spazi riservati.

Nomi collegati alla storia:
Chirami, Iacopo <2. metà sec. 15.>, possessore

Descrizione interna


cc. 4r-24r


Autore:
Hildebertus : Caenomanensis <arcivescovo ; 1056-1133>

Titolo identificato: Moralis philosophia de honesto et utili
Note: PL 171, 1007-1056.

Incipit (prologo) : Moralium dogma philosophorum per multa volumina dispersum tuo (c. 4r)

Incipit (testo) : Honestum est quod suaviter trahit et sua nos alliat dignitate (c. 4v)

Osservazioni:



212/II, unità codicologica 2


Carte 26-144 (scheda a cura di Patrizia Stoppacci).

Fascicoli legati; 1451-1500 data stimata; cc. 119; numeraz. 27-145.

Dimensioni: mm 212 x 144 (c. non precisata).

Fascicolazione:
1-11 (10)
12 (9)
Il fasc. 12 è un quaterno con il primo foglio aggiunto.

Specchio rigato:
26 [137] 49 x 32 [82] 30.

Righe:
rr. 24/ll. 24 (ff. 27r-38v; var.); rr. 22/ll. 22 (ff. 39r-144v).

Iniziali
Iniziali semplici.
spazi riservati (ff. 53r-144v); rubricato.

Storia del manoscritto:
Al f. 144v: "Finis frater Iacobus Chirami transscripsit hos libros Officiorum Marci Cice [Cice: depennato] Tullii ad filium suum"; glosse marginali di mano del copista Iacopo Chirami.

Nomi collegati alla storia:
Chirami, Iacopo <2. metà sec. 15.>, copista
    Nomi sul manoscritto
    Iacobus Chirami, citato a c. 144v

Descrizione interna


cc. 27r-144v


Titolo aggiunto: M.T. Cic. De Officiis
Note: dorso, sec. XIX.

Titolo identificato: De officiis

Titolo presente: Libri Officiorum Marci Cice [Cice: depennato] Tullii ad filium suum (c. 144v)

Incipit (testo) : Quamquam te, Marce fili, annum iam (c. 27r)

Osservazioni:
Con glosse ai margini di mano del copista Iacopo Chirami.



Progetto: CODEX Inventario manoscritti medievali della Toscana
Autore della scheda: Società Internazionale per lo Studio del Medioevo Latino SISMEL
Ultima modifica: Gabriella Pomaro
Tipologia: recupero da catalogo
(scheda a cura di Patrizia Stoppacci)
Data creazione: 30/07/2008 Data modifica: 16/05/2013
CNMS: CNMS\0000025201

Scarica in formato XML