Manus
Home Ricerca Indici Progetti speciali Biblioteche News Norme catalografiche

home > Cava De' Tirreni, Biblioteca statale del Monumento nazionale della Abbazia Benedettina della Ss. Trinità, Codices Cavenses, Cod.18

Cava De' Tirreni, Biblioteca statale del Monumento nazionale della Abbazia Benedettina della Ss. Trinità, Codices Cavenses, Cod.18


Scheda manoscritto

Vedi la descrizione del Fondo

CNMD\0000206330

Sfoglia le immagini di manoscritto (3)

Manoscritto membranaceo, guardie cartacee; fascicoli legati; 1227 data espressa a c. (La prima carta, aggiunta nel XVI secolo, reca la scritta in inchiostro verde: <De septem sigillis liber aureus Venerabilis atque eruditissimi viri D.ni Benedicti Barensis monachi sacri Monasterii sancte Trinitatis Cavensis Nullius Diocesis ordinis s. benedicti. Opus quod de septem sigillis inscribitur ad R.mum Domnum Balsamus Abbatem Cavensem filialis devotionis ergo. Anno salutis nostre MCCXXVII>. E' sulla base di questa scritta che il codice viene datato 1227, tanto più che l'Abate Balsamo, cui l'opera è dedicata (cfr. c. 304v), resse la Badia tra il 1208 e il 1232.); cc. I + 314 + I; Doppia numerazione: in inchiostro nero nell'angolo superiore destro, stampigliata in quello inferiore corrispondente. Nella prima numerazione la c. 187 è ripetura, fra le cc. 202 e 203 è un foglio non numerato, mentre a c. 245 segue 245 bis..

Dimensioni: mm 275 x 205.

Righe:
34 righe.

Disposizione del testo:
pagina intera.

Scrittura e mani:
scrittura beneventana.

Iniziali
Sono presenti iniziali, ornate.

Scuola della decorazione:
La scena miniata e la maggior parte delle iniziali e dei fregi sono opera di un miniatore partecipe della cultura campana del XIII sec., in consonanza con quella siciliana e in linea con la tradizione bizantina, ma con crescente aderenza alla realtà. La parte rimanente è attribuibile ad un aiuto.

Legatura:
Coperta in pelle, Cuoio marrone.

Legatura restaurata.

Eseguita nel laboratorio di restauro della Badia di Cava dei Tirreni.

Storia del manoscritto:
La prima carta, aggiunta nel XVI secolo, reca la scritta in inchiostro verde: De septem sigillis liber aureus Venerabilis atque eruditissimi viri D.ni Benedicti Barensis monachi sacri Monasterii sancte Trinitatis Cavensis Nullius Diocesis ordinis s. benedicti. Opus quod de septem sigillis inscribitur ad R.mum Domnum Balsamus Abbatem Cavensem filialis devotionis ergo. Anno salutis nostre MCCXXVII. E' sulla base di questa scritta che il codice viene datato 1227, tanto più che l'Abate Balsamo, cui l'opera è dedicata (cfr. c. 304v), resse la Badia tra il 1208 e il 1232.

Camicia:
cc. 1r-331v Benedicti Barensis. De Septem sigillis libri IV.

Descrizione interna


cc. 1+314


Autore:
*Benedictus : Barensis

Titolo identificato: De septem sigillis libri IV

Incipit (prologo) : Incipit prologus in libro De septem sigillis edito a quodam Cavensi monacho Benedicto. Cogitis me, fratres karissimi, desideriorum affectibus postulantes, ut aliquid vóbis impertiar... (c. 1r)

Osservazioni:
Si riportano di seguito l'elenco degli autori e titoli come riportati nel catalogo Mattei-Cerasoli, pp. 41-42.
Titoli e parti del catalogo Mattei-Cerasoli con elenco dei libri:
Fol. 1 (addito sæculo XVI). De septem sigillis liber aureus Venerabilis atque eruditissimi viri D.ni Benedicti Barensis monachi sacri Monasterii sancte Trinitatis Gavensis Nullius Diocesis ordinis s. Benedicti. Opus quod de septem sigillis inscribitur ad R.mum Domnum Balsamum Abbatem Cavensem fìlialis devotionis ergo. Anno salutis nostre MCCXXVJI.
F. 1-3v Incipit prologus in libro De septem sigillis edito a quodam Cavensi monacho Benedicto. Cogitis me, fratres karissimi, desideriorum affectibus postulantes, ut aliquid vóbis impertiar... desinit : mihi sane doctrine tribuens eruditionem, qua vos etiam ad salutem pervenire possitis. (V. edit. in CDC. Vili, p. ?53) ”” f. 3V - 135V De Incarnatione Verbi. In explanatione igitur huius gratie, que nobis indignis... ”” f. 136-166V De Circumcisione et baptismo. Cum venit, inquit apostolus, plenitudo temporis... ”” f. 166v-253. De passione et morte. Hactenus de nativitate nostri Redemptoris, qua verus homo propter nos... ”” f. 253-278. De Resur-rectione Christi. Et quoniam de passione nostri Redemptoris et morte. ”” f. 278-287. De Ascensione et adventu Spiritus S. Itaque, fratres, si consurrexistis cum Christo, sicut sanctus ait apostolus... ”” f. 287-30O De misterio resurrectionis et forma iudicii. De misterio autem resurrectionis et forma iudicii apostolus ad Corinthios loquens ait. ”” f. 30O Decem versus dedicatore auctoris ad abbatem Balsamum (1208-1232), ine. 0 pater, o vena venie dulcedine piena. ”” fol. 301. Repetitio in parte cap. iv. ”” f. 301v figura monachi Benedicti Barensis, qui genuflexus offert librum abbati Balsamo in sella pontificali sedenti. ”” f. 302-308v Capitula totius operis, et quæ sequuntur usque ad f. 311V aliae questiones V. edita in CDC. VIIT, p. 353-350. ”” f. 308v Nota quædam de Conclavi, in quo electus fuit per fraudem contra Card. Oliverium Carafa Neapolitanum papa Alexander VI, a quodam scripta sæculo XV. (V. CDC. Vili, 356, et GUILLAUME op. cit. p. 250).


Bibliografia a stampa
- Codices cavenses. Pars 1., codices membranacei, descripsit Leo Mattei-Cerasoli. Cava dei Tirreni, in abbatia cavensi, 1935
- Rotili, Mario, La miniatura nella Badia di Cava. Cava dei Tirreni, Napoli, Di Mauro, 1976- (2 vol.)


Autore della scheda: Maria Senatore
Ultima modifica: Lucia Merolla
Tipologia: recupero da catalogo
(Mattei-Cerasoli, pp. 41-42; Rotili, p. 107 (vol. 1))
Data creazione: 15/07/2012 Data modifica: 06/12/2016
CNMS: CNMS\0000146145

Scarica in formato XML