Manus
Home Ricerca Indici Progetti speciali Biblioteche News Norme catalografiche

home > Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo, Manoscritti, ms.487

Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo, Manoscritti, ms.487


Scheda manoscritto

Vedi la descrizione del Fondo

CNMD\0000197066

Manoscritto cartaceo, guardie cartacee; fogli sciolti; 1701-1800 data stimata; cc. I + 106; presenti due cartulazioni di cui una moderna a lapis (marg. inf. est. di ogni carta recto) e una cartulazione coeva ad inchiostro (marg. sup. est. di ogni carta recto) che non segna la prima carta e procede da c. 2-52 continuando con un'indicazione in lettere greche da γ fino a ω (cc. 54-75) poi raddoppiate da αα fino a ωω (cc. 76-99) e infine triplicate da ααα fino a ζζζ (cc. 100-105).

Dimensioni: mm 370 x 214 (c. 2).

Filigrane:
trimonti con lettere C A (c. 2).

Fascicolazione:
non rilevabile.

Specchio rigato:
specchio rigato non rilevabile: il testo è disposto su di una colonna creata piegando il foglio in senso verticale ma non sono presenti margini laterali se non un margine superiore di circa 1/4 della singola facciata.

Righe:
ll. variabili in campo aperto.

Disposizione del testo:
su una colonna.

Scrittura e mani:
unica mano personale calligrafiche.

Stato di conservazione:
macchie diffuse di umidità e macchie da inchiostro ferro-gallico.

Storia del manoscritto:
il manoscritto, che contiene una copia manoscritta della traduzione latina anonima del romanzo di Calliroe di Caritone d'Afrodisia, non compare nell'inventario di Gian Francesco Gamurrini per la collana del Mazzatinti ed è forse entrato nella collezione manoscritta solo dopo il 1896. Sulla camicia posta a protezione delle carte la mano di Gamurrini appuntava: Charitonis, De amoribus Chaereae et Calliroes. Versio latina ab incerto auctore. (prob. Ab Iohanne Lamio Florentino). [cassato]. Sec. XVIII (non completa). Dopo il foglio 52 vi è interruzione: e comincia la numerazione greca, dove mancano le prime due carte, quindi fino alle lettere ξξξ cioè 30. Di modo che la prima segnatura è di carte 52, e l'altra di 28, in tutto carte 70. Il testo in effetti compare come un'insieme di fogli sciolti che non riportano autore o altre indicazioni sulla provenienza. L'attuale segnatura è posta ad inchiostro bruno sempre a c. 1r cod. 487 e indicata nella medesima carta con un talloncino adesivo stampato.

Descrizione interna


cc. 1r-106v


Titolo presente: Charitonis Versio Latina (c. 2r)
Note: Si tratta della versione latina de Il romanzo di Calliroe di Caritone d'Afrodisia.

Nomi presenti nel titolo:
Caritone d'Afrodisia

Incipit (testo) : Desunt nonnulla parumque abfuit quin exspiraret vero pudor idipsum (c. 2r)

Explicit (testo, mutilo) : Dionysium vero dudum quidem uxoris celebritas (c. 105v)


Bibliografia non a stampa
Aggiornamento dattiloscritto presente presso la BCA: seguito dell'inventario dei ms. 487

Bibliografia a stampa
L. MAGIONAMI, I manoscritti della Biblioteca Città di Arezzo (446-550), Spoleto, 2010 (TESTI, STUDI, STRUMENTI 25, Cataloghi 1), pp. 149-150

Fonti
Gamurrini, Gian Francesco in Dizionario Biografico degli Italiani a cura di G.M. DELLA FINA, vol. 52, Roma, 1999, pp. 133-135; Il romanzo di Calliroe. Caritone di Afrodisia, introduzione, traduzione e note di R. RONCALI, Milano 2004


Autore della scheda: Leo Magionami
Ultima modifica: Rosella Modica
Tipologia: scheda di prima mano
Data creazione: 06/10/2011 Data modifica: 27/01/2015
CNMS: CNMS\0000139181

Scarica in formato XML