Manus
Home Ricerca Indici Progetti speciali Biblioteche News Norme catalografiche

home > Milano, Archivio storico civico e Biblioteca Trivulziana, Trivulziano, Triv.24

Milano, Archivio storico civico e Biblioteca Trivulziana, Trivulziano, Triv.24


Scheda manoscritto

Vedi la descrizione del Fondo

CNMD\0000196436

Sfoglia le immagini di manoscritto (2)

Manoscritto membranaceo; fascicoli legati; 1351-1400 data stimata; cc. 24.

Dimensioni: mm 227 x 170 (c. 13r).

Fascicolazione:
1-3 (8).

Rigatura:
a colore.

Specchio rigato:
19 [157] 51 × 17 [120] 33 (f. 13r).

Righe:
rr. 34 / ll. 33 (f. 13r).

Disposizione del testo:
a piena pagina.

Richiami:
decorati.

Scrittura e mani:
scrittura gotica di mano unica.

Decorazione
Databile 1351-1400.

Scuola della decorazione:
Al f. 1r iniziali semplici (maggiori e minori) e titoli in rosso; nel resto del manoscritto spazi riservati, anche per gli schemi del gioco degli scacchi, e titoli a inchiostro.

Legatura:
1201-1500.

Coperta in pergamena, La legatura è costituita solo da due frustoli di pergamena di reimpiego, che recano ancora frammenti di testo (l'uno tratto da un sermonario tascabile del XIII secolo, l'altro da un documento sui Francescani di Aosta del XV secolo); uno dei due frammenti rinforza il dorso, mentre il secondo costituisce il piatto posteriore.

Storia del manoscritto:
Al f. 1r, in rosso: Incipit prologus in librum super ludum scachorum quem composuit frater Iacobus de Cessolis et scriptus per manum fratris Georgii de Pasqualibus de Mediolano ordinis Minorum. Il manoscritto proviene dalla biblioteca del convento di San Francesco Grande di Milano, dove fu confezionato e posseduto dal frate Giorgio Pasquali di Milano, come assicurano la formula di incipit e l'ulteriore nota di possesso: fratris Georgii Pasqualis de Mediolano ordinis Minorum al f. 1r. A seguito delle soppressioni dei conventi milanesi, il volume transitò per la Biblioteca Braidense, dove nel 1803 confluirono più di 250 manoscritti precedentemente raccolti negli uffici della Prefettura Generale degli Archivi e delle Biblioteche Nazionali. Pochi anni dopo era già entrato a fare parte delle raccolte di casa Trivulzio, perché risulta registrato al numero 246 del Piede A dell'inventario di divisione dei manoscritti Trivulzio, stilato dall'abate Pietro Mazzucchelli nel 1816, come conferma la segnatura a matita: 246 al f. 1r del manoscritto. Nella divisione dell'eredità di famiglia toccò quindi a Gian Giacomo Trivulzio (1774-1831). Sul contropiatto anteriore della coperta di cartone che protegge il volume ex libris della Biblioteca Trivulzio con stemma di Gian Giacomo Trivulzio di Musocco (1839-1902), accompagnato dalla segnatura e dall'antica collocazione del manoscritto: Codice N° 24. Scaffale N° 81. Palchetto N° 1.

Nomi collegati alla storia:
Mazzucchelli, Pietro <1764-1829>, altra relazione di D.E.

Pasquali, Giorgio <copista ; sec. XIV seconda metà>, copista

Trivulzio, Gian Giacomo <senior ; 1774-1831>, possessore

Trivulzio, Gian Giacomo : di#Musocco <1839-1902>, possessore

Antiche segnature:
Piede A 246

Biblioteca Trivulzio. Codice N° 24. Scaffale N° 81. Palchetto N° 1.

Data di entrata in biblioteca:
1935

Descrizione interna


cc. 1r-24v


Autore:
Iacobus : de#Cessolis <O.P. ; fl. 1288-1322>

Titolo identificato: Libellus super ludo scaccorum


Bibliografia a stampa
Giulio Porro, Catalogo dei codici manoscritti della Trivulziana, Torino, Bocca, 1884 (Biblioteca storica italiana, 2), p. 70; Emilio Motta, Nozze principesche nel Quattrocento. Corredi, inventari e descrizioni, Milano, Fratelli Rivara, 1894, p. 35 n. 2; Giuochi e passatempi nei secoli passati (Milano, Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana, aprile - giugno 1957), a cura di Caterina Santoro, Milano, Edizioni dell'Ente Manifestazioni Milanesi, 1957, p. 30 nr. 27; I codici medioevali della Biblioteca Trivulziana, Catalogo, a cura di Caterina Santoro, Milano, Comune di Milano - Biblioteca Trivulziana, 1965, p. 7 nr. 7; Thomas Kaeppeli, Scriptores Ordinis Praedicatorum Medii Aevii, I-IV (il vol. IV in collaborazione con Emilio Panella), Roma, Santa Sabina - Istituto Storico Domenicano, 1970-1993, vol. II, p. 314; Stefania Castelli, Un antico elenco braidense e i codici dei “conventi soppressi” nelle biblioteche milanesi, «Italia medioevale e umanistica», 34 (1991), 199-257: pp. 207, 253 nr. 249; Mirella Ferrari, Libri ‘moderni' e libri ‘antiqui' nella biblioteca di S. Francesco Grande di Milano, in Medioevo e latinità in memoria di Ezio Franceschini, a cura di Annamaria Ambrosioni e altri, Milano, Vita e Pensiero, 1993 (Bibliotheca erudita, 7), 187-241: pp. 192, 240; Cesare Pasini, Dalla biblioteca della famiglia Trivulzio al fondo Trotti dell'Ambrosiana (e «l'inventario di divisione» Ambr. H 150 suss. compilato da Pietro Mazzucchelli), «Aevum», 67 (1993), 647-685: p. 670; Monica Pedralli, Novo, grande, coverto e ferrato. Gli inventari di biblioteca e la cultura a Milano nel Quattrocento, Milano, Vita e Pensiero, 2002 (Bibliotheca erudita, 19), p. 432.


Progetto: Catalogazione dei manoscritti della Biblioteca Trivulziana
Autore della scheda: Marzia Pontone
Tipologia: scheda di prima mano
Data creazione: 20/09/2011 Data modifica: 21/09/2011
CNMS: CNMS\0000027017

Scarica in formato XML