Manus
Home Ricerca Indici Progetti speciali Biblioteche News Norme catalografiche

home > Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, San Marco, S.Marco 817

Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, San Marco, S.Marco 817


Scheda manoscritto

Vedi la descrizione del Fondo

CNMD\0000114925

Manoscritto cartaceo, guardie cartacee; fascicoli legati; 1596 data espressa a cc. 275v, 517r; cc. I + 565 + I; Due cartulazioni antiche 1-276, 1-227 nell'angolo superiore esterno che non comprendono le carte che contengono gli indici. Cartulazione moderna a lapis nell'angolo inferiore esterno che continua la prima cartulazione 1-276..

Dimensioni: mm 293 x 212 (cc. 1-366), mm 270 x 105 (cc. 367-461), mm 275 x 205 (cc. 462-517).

Mancanze:
Tagliate via 3 carte dopo c. 276, verosimilmente bianche.

Legatura:
1751-1800, La legatura risale al 1768 ca. quando tutti i manoscritti presenti in S.Marco furono fatti rilegare dai frati domenicani (cfr. Ulmann-Stadter, The Public Library, p. 52).

Assi in cartone.

Coperta in pergamenaCoperta in pelleCoperta in carta, Leg. in mezza pelle; piatti in carta dipinta a mano con punte in pergamena.

Decorata in oro.

Titolo e segnatura impressi in oro sul dorso: "Razzi, Sermoni dei Santi Parte I e II" "817".

Storia del manoscritto:
Il codice era in origine diviso in due volumi, ciascuno con un proprio frontespizio e una propria cartulazione. Al termine di ciascuna parte sono apposti gli imprimatur. C.275v: "Questi sermoni del R.P.Magistro Serafino Razzi possono sicuramente darsi alla stampa e saranno di molta utilità per che ci .... dottrina sana e catolica senza errore"; segue l'imprimatur dell'inquisitore datato "primo februari 1599" e quello di "Marsilius Abbas et doctor theologus ... ex Ordine Cistercensi". Sotto, la sottoscrizione autografa di Serafino Razzi, datata "29 martii MDXCVI more florentino". Segue una annotazione di "frater Dionisus" datata 1600. A c. 517r e v, nuovi imprimatur relativi alla seconda parte datati marzo 1599 e luglio 1600, di "Maestro Dionisio fiorentino dell'ordine dei Servi Reggenti del Convento dell'Annuntiata" e di "magister Dionisius Costacciari" dell'Ordine dei frati minori, mentre nel margine inf. di c. 517r c'è la sottoscrizione di Serafino Razzi datata "Die XIII maii anni salutifere incarnationis MDXCVIII in cenobio divi Marci de Florentia".
Sul dorso è incollato un cartellino con la segnatura settecentesca: "62".
Il manoscritto è giunto alla Biblioteca Laurenziana nel 1883.

Nomi collegati alla storia:
Caccia, Alessandro <vicario fiorentino>, altra relazione di D.E.
    Nomi sul manoscritto
    Alexandrus Caccia vicarius florentinus, citato a c. 275v

Costacciari, Dionisio, altra relazione di D.E.
    Nomi sul manoscritto
    Dionisius Costacciari, citato a c. 517v

Dionisius <frate ; sec. 14.>, altra relazione di D.E.
    Nomi sul manoscritto
    Magister Dionisius

Marsilius <gesuita ; sec. XVII>, altra relazione di D.E.
    Nomi sul manoscritto
    Marsilius Abbas et doctor theologus, citato a c. 275v

Antiche segnature:
62

Descrizione interna


cc. 1r-516v


Autori:
Razzi, Serafino <1531-1611>

Razzi, Serafino <OP>
    Nomi sul manoscritto
    Serafino Razzi, citato a c. Ir, 277r

Titolo presente: La seconda parte dei sermoni dei santi Segue: "per tutto l'anno, cioè da calende di maggio fino a santo Andrea. Composti e scritti da f. Serafino Razzi dottore teologo domenicano e professo della casa overo del Convento di San Marco di Firenze a l'anno del parto della santissima Vergine MDXCVI.
Nei quali sermoni troveranno i benigni lettori, oltre a molte materie popolari, che in essi con brevità e chiarezza si trattano, la esposizione breve e facile di tutti i santi e vangeli in dette feste correnti. con un breve eziandio sommario della vita di ciaschedun santo e santa. (c. 277r)

Titolo presente: La prima parte dei Sermoni dei Santi (c. Ir)
Note: Segue a c. Ir: "cioè dalla festa di santo Andrea apostolo, fino alle calende di maggio. Nei quali oltre all'esposizioni dei sacri Vangeli, si trattano molte utili materie, e si epilogano le vite dei santi.

Incipit (primo testo) : Si come il vago e lucido sole, occhio del mondo, fonte di luce sensibile (c. 1r)
Nota all'incipit: Amen..

Explicit (primo testo) : come a santo Andrea che hora vive in cielo per sempre beato e prieghi per noi. (c. 4v)
Nota all'explicit: Amen..

Incipit (ultimo testo) : Asperge Iddio la neve cioè questa purissima vergine e la bellezza del candore (c. 516v)
Nota all'incipit: Amen..

Explicit (ultimo testo) : buone opere e vi donerà il candore della innocenzia e grazia del suo figliuolo. (c. 516v)
Nota all'explicit: Amen..

Osservazioni:
Il volume era originariamente diviso in due parti, delle quali restano i relativi frontespizi alle cc. Ir e 277r, ciascuna con una propria cartulazione.


Bibliografia non a stampa
Index Manuscriptorum Bibliothecae FF. Ordinis Praedicatorum Florentiae ad Sanctum Marcum anno Domini MDCCLXXXVIII (BML, San Marco 945), p. 168.

Fonti
Scriptores Ordinis Praedicatorum recensiti, curavit JACOBUS QUÉTIF - JACOBUS ECHARD, I-II, Lutetiae Parisiorum, 1719-1721, II, 386a-388a.


Progetto: Manoscritti Biblioteca Medicea Laurenziana
Autore della scheda: Gianna Rao
Ultima modifica: Lucia Merolla
Tipologia: scheda di prima mano
Data creazione: 08/11/2009 Data modifica: 16/04/2015
CNMS: CNMS\0000064412

Scarica in formato XML