Manus
Home Ricerca Indici Progetti speciali Biblioteche News Norme catalografiche

home > Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, San Marco, S.Marco 311

Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, San Marco, S.Marco 311


Scheda manoscritto

Vedi la descrizione del Fondo

CNMD\0000114749

Manoscritto membranaceo, guardie miste: cc. I, I' guardie cart. mod. (numerate); c. II guardia membr. ant. (numerata); fascicoli legati; 1101-1200 data desumibile (cfr. ULLMAN-STADTER, The Public Library, pp. 240-241 n° 987); cc. II + 121 + I; numerazione rec. a matita, posta nel marg. inf. destro delle carte e saltuariamente nel merg. sup. destro; altra numerazione ant. nel marg. inf. destro, a penna, visibile solo sulle prime nove carte; bianche le cc. 120v-121r.

Dimensioni: mm 240 x 150 (c. 1).

Iniziali
Iniziali semplici.
Sono presenti iniziali, ornate.

Azzurro e oro
Presenza di oro e oro in foglia.

Scuola della decorazione:
La miniatura è di origine toscana (cfr. Ancient and Medieval Book Materials, II, p. 67). Le iniziali ornate, ad eccezione di quelle caleidoscopiche, si trovano alle cc. 1r, 1v, 9r, 12r, 16v, 22v, 27v, 48v, 61v, 79v, 102r, 113r, 118r.

Legatura:
1751-1800, La legatura risale al 1768 ca. quando tutti i manoscritti, presenti in S. Marco, furono fatti rilegare dai frati Domenicani (cfr. ULLMAN-STADTER, The Public Library, p. 52).

Assi in cartone.

Coperta in pergamenaCoperta in pelleCoperta in carta, leg. in mezza pelle; piatti in carta dipinta a mano con punte in pergamena.

Decorata in oro.

sul dorso, impressi in oro: titolo in verticale "[PRI]SCIANI MAIORIS DE PARTIBUS ORATIONIS" e segnatura attuale "311" incorniciata. Lacera la parte sup. del dorso.

Storia del manoscritto:
Il manoscritto, vergato da un'unica mano e fittamente annotato, appartenne a Niccolò Niccoli e confluì successivamente nella biblioteca del convento di S. Marco di Firenze. A c. IIv si leggono l'indicazione del contenuto e la nota di possesso della biblioteca: "Priscianus maior. Conventus Sancti Marci de Florentia ordinis Predicatorum, de hereditate doctissimi viri Nicolaii de Nicolis civis Florentini". Sotto, nuovamente l'indicazione del contenuto e prove di penna: "Prisciani" e "Amico fideli nulla est chomparatio". Sulla stessa carta, nel margine superiore, compaiono il numero d'inventario e l'antica segnatura: "103. De 29° banco ex parte occidentis" ("29°" è scritto su rasura). Il manoscritto è presente nell'inventario del 1499-1500 della biblioteca di S. Marco (cfr. ULLMAN-STADTER, The Public Library, p. 52 n° 987): "Prisciani grammatici Caesariensis doctoris Romani de octo partibus orationis libri XVI, et vocatus Priscianus maior, in volumine mediocri et pulchro rubeo in membranis" . Sempre in ULLMAN-STADTER, p. 241, si indica Ambrogio Traversari come un altro possibile possessore e si rimanda a MERCATI, Ultimi contributi, pp. 46-47. Mercati pubblica una lettera indirizzata dal Traversari al Niccoli in cui gli richiede, per un amico comune, il Prisciano (antico dono del Niccoli) prestatogli e il "De simplicibus" di Galeno. A c. IIr una mano (sec. XVI) annota un elenco di metri: "incipit iambus trocheus...".
A c. 121v si trova l'elenco delle opere di un altro manoscritto (sec. XII): "In hoc volumine continentur hi libri. Augustinus De simbolo libri IIIIor. Sermones ipsius De IIIIor virtutibus karitatis 1 De cantico novo 1 De quarta feria 1 De cataclismo 1 De tempore barbarico 1 De simbolo 1 De oratione dominica 1 De utilitate credendi liber 1. Epistula beati Augustini ad Probam de orando Deo De videndo Deo liber 1 De fide ac simbolo liber 1 Ad inquisitiones ianuarii libri II°. Epistula beati Augustini ad Armentarium et Paulinam. Sermo eiusdem de periurio 1 De excidio urbis Romae 1 De faciendis elemosinis 1 De fide 1 De caritate 1 De timore Domini III De Pascha 1. Libellus beati Ieronimi de septies percussa" (cfr. il manoscritto 27 della Biblioteca del Comune e dell'Accademia Etrusca di Cortona che presenta le stesse opere elencate in questa tavola; OBERLEITNER, Die handschriftliche Überlieferung, I/2, p. 60 e LAMBERT, BHM, IB 328). Sempre a c. 121v nel marg. sup. è una rasura in cui si legge il nome di Agostino; al centro è un'altra nota erasa.
Il manoscritto giunse nella Biblioteca Medicea Laurenziana nel 1809.
Sul contropiatto anteriore una mano rec. annota la data: "Saec. XII" e a c. Ir la segnatura attuale.

Nomi collegati alla storia:
*Convento di *San *Marco <Firenze>, possessore
    Nomi sul manoscritto
    Conventus Sancti Marci de Florentia (c. IIv)

*Convento di *San *Marco <Firenze>, possessore

Niccoli, Niccolò <1364-1437>, possessore
    Nomi sul manoscritto
    Nicolaus de Nicolis (c. IIv)

Antiche segnature:
103

Descrizione interna


cc. 1r-120v


Autore:
Priscianus : Caesariensis <sec. 5.-6.>
    Nomi sul manoscritto
    Priscianus, citato a c. 1r (c. IIv)
    Priscianus grammaticus, citato a c. 1r, 120r (c. IIv)

Titolo aggiunto: LIbri XVI Prisciani grammatici de VIII partibus orationis
Note: c. IIv.

Titolo aggiunto: Priscianus maior
Note: c. IIv.

Titolo identificato: Institutiones grammaticae
Note: cfr. GL II e III, pp. 1-105, I-XVI.

Titolo presente: Ars Prisciani grammatici... (c. 1r)

Titolo presente: Prisciani grammatici Libri XVI de octo partibus orationis (c. 120r)

Incipit (lettera di dedica) : Cum omnis eloquentiae doctrinam et omne studiorum genus sapientiae (c. 1r)

Explicit (lettera di dedica) : inter se id est in contextu orationis eiusdem (c. 1v)

Incipit (testo) : Philosophi diffiniunt vocem esse aerem tenuissimum ictum (c. 1v)

Explicit (testo) : erant astrorum ignes nec lucidus ethra siderea polus (c. 120r)


Bibliografia non a stampa
Index manuscriptorum Bibliothecae FF. Ordinis Praedicatorum Florentiae ad Sanctum Marcum, anno Domini MDCCLXVIII (Biblioteca Medicea Laurenziana, S.Marco 945), p. 151

Bibliografia a stampa
M. GIBSON, Priscian, 'Institutiones grammaticae': A Handlist of Manuscripts, in "Scriptorium", 26 (1972), pp. 105-124, in part. p. 110; B. H. ULLMAN-PH. STADTER, The Public Library of Renaissance Florence. Niccolò Niccoli, Cosimo de' Medici and the Library of San Marco, Padova, Antenore, 1972 (Medioevo e Umanesimo, 10), pp. 67, pp. 240-241 n° 987; M. PASSALACQUA, I codici di Prisciano, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 1978 (Sussidi eruditi 29), p. 86 n° 193 ; G. L. BURSILL-HALL, A Census of Medieval Latin Grammatical Manuscripts, Stuttgart, F. Frommam, 1981 (Grammatica Speculativa Bd. 4), p. 80; Ancient and Medieval Book Materials and Techniques. (Erice, 18-25 september 1992) ed. by M. MANIACI and P. F. MUNAFÃ’. I-II Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, 1993, II, pp. 67, 77 e n. 51, 87, 90 e n. 74, 92, 93 n. 77, 96, 101, 79 fig. 16

Riproduzioni
Riproduzioni conservate nella Biblioteca Medicea Laurenziana: microfilm positivo e negativo (1969), diapositive delle cc. 1v, 27v

Fonti
GL II, III = PRISCIANI GRAMMATICI CAESARIENSIS Institutionum grammaticarum libri XVIII, ex recensione MARTINI HERTZII, I-II, Lipsiae, in aedibus B. G. Teubneri, 1855-1859 (Grammatici Latini II-III);
G. MERCATI, Ultimi contributi alla storia degli umanisti, fasc. I: Traversariana, Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, 1939, pp. 46-47;
LAMBERT, BHM = B. LAMBERT, Bibliotheca Hieronymiana Manuscripta. La tradition manuscrite des oeuvres de saint Jerome, IA-IVB, Steenbrugis-Hagae Comitis, Nijhoff, 1969-1972, (Instrumenta Patristica, 4);
M. OBERLEITNER, Die handschriftliche Überlieferung der Werke des heiligen Augustinus, I/2: Italien: Verzeichnis nach Bibliotheken, Wien 1970 (Österreichische Akademie der Wissenschaften, Philosophisch-historische Klasse, 267), p. 60


Progetto: Manoscritti Biblioteca Medicea Laurenziana
Autore della scheda: Gianna Rao
Ultima modifica: Silvia Scipioni
Tipologia: scheda di prima mano
Data creazione: 08/11/2009 Data modifica: 22/11/2018
CNMS: CNMS\\0000064259

Scarica in formato XML