Manus
Home Ricerca Indici Progetti speciali Biblioteche News Norme catalografiche

home > Scheda fondo

Scheda fondo

BibliotecaPalermo, Biblioteca centrale della Regione siciliana
FondoFondo Amari
Storia del fondo
Il «Fondo Amari» della Biblioteca centrale della Regione siciliana di Palermo custodisce l'importante raccolta documentaria dello storico, politico e arabista siciliano Michele Amari (1806-1889).
Il complesso, che include il «Carteggio Amari» e le «Carte Amari», venne donato alla Biblioteca Nazionale di Palermo nel 1937 dall'ultima erede Amari, la figlia Carolina, insieme all'intera biblioteca di Michele Amari, ricca di oltre 2000 opere a stampa, tra cui alcune preziose cinquecentine, circa 400 miscellanee e varie annate di periodici.
Il voluminoso carteggio conta 8863 lettere, di cui soltanto 112 autografe di Amari e 8751 inviate ad Amari dai suoi numerosi corrispondenti.
I singoli documenti, dopo un accurato lavoro di sistemazione avviato sin dagli anni Settanta, in occasione dell'ordinamento bibliografico del carteggio promosso dalla Commissione nazionale per l'edizione delle opere di Michele Amari, istituita nel 1963 con decreto ministeriale presso l'Accademia di Scienze, lettere e arti di Palermo, sono stati inseriti in contenitori a volume e sono stati oggetto di diversi programmi di valorizzazione.
Lo studio del corpus del «Carteggio Amari» intrapreso nel 1896 da Alessandro D'Ancona, autore della commemorazione di Michele Amari letta il 21 dicembre 1890 in occasione dell'adunanza pubblica della Regia Accademia della Crusca, ha portato, nel corso del secolo scorso, alla pubblicazione di singoli carteggi, tra cui sono da ricordare le lettere di Antonino Salinas a Michele Amari, pubblicate a cura di Giuditta Cimino, e le lettere di corrispondenza con altre importanti personalità del tempo quali Francesco Ugdulena, Salvatore Vigo, Massimo D'Azeglio, Isidoro Carini. Per un quadro dettagliato del materiale edito si veda: GIARRIZZO, Carteggio di Michele Amari, 569-602.
Nell'ambito del progetto per la valorizzazione del «Fondo Amari» nel 2010 sono stati pubblicati i suoi inediti «Studii su la storia di Sicilia dalla metà del XVIII secolo al 1820» e nel 2012 le lettere, inedite e autografe, indirizzate dall'architetto Francesco Saverio Cavallari all'arabista Michele Amari, in un arco temporale compreso tra il 1843 e il 1889, che documentano uno spaccato della vita politica e culturale della Sicilia nel XIX secolo.

Bibliografia essenziale

AMARI, Michele, Studii su la storia di Sicilia dalla metà del XVIII secolo al 1820, a cura di Amelia CRISANTINO, Palermo, Accademia Nazionale di Scienze Lettere e Arti. Associazione Mediterranea, 2010 (Quaderni Mediterranea. Ricerche storiche, 15).
CAVALLARI, Francesco Saverio, L'architetto e l'arabista. Un carteggio inedito: Lettere di Francesco Saverio Cavallari a Michele Amari (1843-1889), [a cura di] Gabriella CIANCIOLO COSENTINO. Trascrizione e note di Giuseppina SINAGRA, Palermo, Biblioteca centrale della Regione siciliana, 2012, 41-203 (Sicilia/Biblioteche online, 2).
D'ANCONA, Alessandro, Carteggio di Michele Amari raccolto e postillato coll'elogio di Lui letto nell'Accademia della Crusca, I-III, Torino, Roux Frassati, 1896-1907.
GIARRIZZO, Giuseppe, Il carteggio di Michele Amari. Indice dell'edito, in «Mediterranea. Ricerche storiche», ser. III, 8 (2006), 569-602.
MASONE BARRECA, Silvana, Le carte Amari della Biblioteca centrale della Regione siciliana, in «Mediterranea. Ricerche storiche», ser. III, 8 (2006), 563-568.
Manoscritti appartenenti al fondoNon definito
Segnature registrate in Manus236
Schede pubblicate236 - Sfoglia le schede