Manus
Home Ricerca Indici Progetti speciali Biblioteche News Norme catalografiche

Milano, Biblioteca nazionale Braidense, ms. Castiglioni 5, c. 2v

07 ottobre 2019

Il Fondo Luigi La Vista della Biblioteca univeristaria di Napoli in Manus Online

EsempiI manoscritti del Fondo Luigi la Vista, conservato presso la Biblioteca universitaria di Napoli dal 1871, sono stati catalogati in Manus Online e sono ora disponibili all’utenza.

Il fondo è costituito da una preziosa raccolta di scritti, quasi tutti autografi, del giovane patriota Luigi la Vista, combattente e martire dei moti insurrezionali napoletani del 1848.

Il grosso lavoro di ricerca e catalogazione documenta una triste pagina legata alle vicende storiche del Regno  delle Due Sicilie: un periodo caratterizzato dal fervente anelito di libertà, sostenuto da pensatori ed intellettuali, svilito e represso violentemente dal potere costituito.

Luigi La Vista, nei suoi corposi scritti – di natura storica e storiografica, di critica ed estetica letteraria, di analisi esistenziale – rivela una modernità di pensiero e linguaggio rivolta essenzialmente al rinnovamento morale e civile della società.

Nel 1844, a Napoli, iniziò a frequentare, con dedizione e passione, la “Scuola” dell’illustre uomo di lettere, critico e filosofo Francesco De Sanctis. L’incontro con il maestro si rivelò determinante per la formazione ideologica del giovane La Vista. La frequentazione di quei corsi lo portò a maturare la sua visione di una nazione libera e colta, europeista,  volta alla costruzione di un’autentica identità nazionale. La peculiarità di Luigi La Vista si rinviene nella trasformazione del pensiero in azione concreta. Il giovane patriota incarna, dunque, l’emblema del combattente  che,  sulle barricate del 15 maggio 1848, al Largo Carità a Napoli,  si immola in nome degli ideali di libertà ed uguaglianza.

A testimonianza del valore  e dell’opera culturale e civile del martire, si riporta ciò che scrisse Benedetto Croce nel 1926, per le “Onoranze Centenarie”  dedicate al ricordo del giovane martire: …non posso se non unirmi al nobile pensiero di onorare la memoria di Luigi La Vista, una delle più belle espressioni della mente e del cuore dei giovani italiani del Risorgimento…

Il lavoro di studio e catalogazione è stato eseguito dalla collega  Maria Cristina De Crescenzo, con la collaborazione tecnica di Sara Serpa.