Dimensione testo: A A         
Censimento dei manoscritti delle biblioteche italiane

News

Area riservata

Accesso all'area riservata

Il Fondo Bettinelli della Biblioteca Teresiana di Mantova



11 Marzo 2017

 

Più di 2000 lettere del Fondo Bettinelli conservato presso la Biblioteca Teresiana di Mantova sono descritte in Manus OnLine. Il lavoro di studio e catalogazione, realizzato da Giovanni Catalani - membro del Centro di Ricerca sugli Epistolari del Settecento (CRES) - in collaborazione con la biblioteca e nel contesto del Censimento dei manoscritti della Lombardia, costituisce uno strumento fondamentale per gli studiosi del periodo che va dagli anni ’40 del Settecento a tutto il 1808. 

 

Il gesuita Saverio Bettinelli (1718-1808), uno dei più importanti e discussi intellettuali della propria epoca, intrattenne infatti relazioni con un gran numero di personaggi illustri del mondo culturale, salottiero, politico e religioso del diciottesimo secolo, tra cui molti altri gesuiti ed ex-gesuiti.

 

Le lettere conservate alla Teresiana rispecchiano la stima proclamata - se non sempre sincera - che egli riscuoteva presso letterati dell'importanza di Francesco Algarotti, Ugo Foscolo, Vincenzo Monti, Giuseppe Parini, Ippolito Pindemonte, Voltaire.

 

 

 

 

 

Riguardo a quest'ultimo (con cui il gesuita mantovano ebbe un famoso incontro-scontro a Ginevra nel 1758), tra le lettere conservate alla Teresiana si trova un famoso biglietto, riprodotto qui a fianco: quello nel quale il bizzoso Voltaire conferiva a Bettinelli, mantovano e poeta, il titolo di 'segretario di Virgilio'.

 

 


 
© 2007 ICCU - Pagina creata il 18 Dicembre 2007 - Ultimo aggiornamento 11 Marzo 2017