Dimensione testo: A A         
Censimento dei manoscritti delle biblioteche italiane

Cataloghi


Area riservata

Accesso all'area riservata
Scheda biblioteca

Scheda biblioteca


CodiceIT-BG0026
CittàBergamo
DenominazioneBiblioteca civica Angelo Mai
IndirizzoPiazza Vecchia, 15, 24129 Bergamo (BG) - Lombardia
Tipologia amministrativaEnti territoriali. Comune
Stima manoscritti medioevali823
Stima manoscritti modernicirca 1500 mss. databili ai sec. XVI-XIX; circa 200 mss. del sec. XX
Notizie storiche

La Civica Biblioteca “Angelo Mai”, di proprietà del Comune di Bergamo, fu fondata per volontà del cardinale bergamasco Giuseppe Alessandro Furietti (1684-1764), studioso in Roma di antichità classiche. Egli dispose per lascito testamentario la donazione del proprio patrimonio librario alla città di Bergamo, a condizione che venisse messo a disposizione del pubblico entro cinque anni dalla sua morte. Nel 1768 viene aperta al pubblico una sala del Palazzo Nuovo, allora sede del Comune, da adibire a biblioteca, anche se si dovrà attendere il 1797, anno della costituzione della Repubblica Cisalpina con la soppressione di molti conventi cittadini e l’incameramento della Biblioteca Capitolare, per la formazione di una sola biblioteca pubblica cittadina comprendente circa 40.000 volumi, trasportati in un locale della canonica del Duomo. Nel 1843 la dotazione libraria sale a 60.000 volumi e la biblioteca viene trasferita nel Palazzo della Ragione. Tra il 1880 e il 1928 le raccolte librarie e manoscritte registrano un copioso incremento, a cui si aggiunge, a partire dal 1908, anche l’archivio storico del Comune di Bergamo. Dal 1928 la Biblioteca ha sede nel Palazzo Nuovo, in Bergamo Alta, la cui costruzione fu avviata agli inizi del Seicento su disegno di Vincenzo Scamozzi, seguace del Palladio. Nel 1954 è stata intitolata al cardinale bergamasco “Angelo Mai” (1782-1854), prefetto della Biblioteca Apostolica Vaticana. Attualmente la Biblioteca conta 650.000 volumi, di cui 9.380 manoscritti, 2.140 incunaboli e 12.000 cinquecentine e annovera nel suo patrimonio varie tipologie di materiali tra i quali, per nominarne solo alcune: riviste, stampe antiche, archivi, musiche, fotografie, monete, quadri e mappe.

Per altre informazioni si visiti il Sito Ufficiale (www.bibliotecamai.org) della Biblioteca.

Bibliografia essenziale:
Codici e incunaboli miniati della Biblioteca civica Angelo Mai, Bergamo, Credito Bergamasco, 1989;
Tesori miniati: codici e incunaboli dei fondi antichi di Bergamo e Brescia, a cura di M. L. Gatti Perer e M. Marubbi, Cinisello Balsamo, Silvana, 1995;
Giovanna Maria Manca, La costituzione del fondo manoscritti della Biblioteca Civica "Angelo Mai" di Bergamo. Genesi, formazione e incremento dal 1760 al 1880, tesi di laurea, Milano, Università degli Studi, Facoltà di Lettere e Filosofia, a.a. 1984/1985;
I manoscritti datati della Biblioteca Civica Angelo Mai e delle altre biblioteche di Bergamo , a cura di Francesco Lo Monaco, Firenze, Sismel, Edizioni del Galluzzo, 2003.

Lista dei fondi

cliccare sul nome di un fondo per vederne i dettagli
© 2007 ICCU - Pagina creata il 18 Dicembre 2007 - Ultimo aggiornamento 30 Gennaio 2017